TUTTI GLI ORDINI EFFETTUATI DAL 4 DICEMBRE VERRANNO PRESI IN CARICO IL 28 DICEMBRE

2021 - Take Away

Il “TAKE AWAY”, cos’è?

In questo momento in cui, a causa dell’emergenza sanitaria, mangiare al ristorante o bere un caffè al bar non è più così facile entra in gioco l’oramai famoso TAKE AWAY, (dall’inglese “portare via”).

E se una volta l’asporto e la consegna a domicilio erano a favore di pizzerie e rosticcerie, oggi interessano anche l’alta ristorazione, tanto da essere considerati i due food trend del momento.


Se hai quindi un’attività nel campo della ristorazione, questo articolo potrebbe darti qualche spunto su packaging originali, funzionali e di design per aiutarti ad avere i packaging takeaway più belli di tutti. Attraverso il packaging infatti dovremmo riuscire quasi a rimpiazzare l’idea di impiattamento che ultimamente sta spopolando nei ristoranti, fornendo comunque un’esperienza di stile e design che riesca bene a comunicare la cura impiegata nel servizio.

 

Come funziona e perchè personalizzarlo

La caratteristica imprescindibile e fondamentale del packaging per take away è la funzionalità. Parlando di packaging alimentare, questo vale sia per quanto riguarda la situazione d’uso, sia per il tipo di cibo da conservare.

Nello specifico è importante che il packaging take away ricopra più “fasi d’uso”. Se ad esempio vuoi ordinare il pranzo del giorno di una tavola calda, è importante che il tipo di confezione da asporto possa essere adatta a tutte e 3 le sue fasi di fruizione:

  • Trasportarlo, in una confezione chiusa ermeticamente e che sia maneggevole per trasportarla comodamente;
  • Riscaldarlo, in una confezione fatta con un materiale che permetta ad esempio di poterla scaldare in microonde.
  • Consumarlo, in una confezione abbastanza confortevole in modo da evitare di utilizzare un ulteriore piatto. Questo è importante se, ad esempio, si decide di consumare il pasto all’aperto.

Se poi deciderai anche di personalizzare il tuo contenitore d’asporto, potrà essere un’ottima strategia di comunicazione. Il fatto che sia appunto “take away” ti permette di essere presente con il tuo brand (su sacchetti, bicchieri, e qualsiasi tipo di confezione) ovunque.

Questa è un’ottima occasione per farsi conoscere e per far in modo che il proprio brand viaggi per le strade della tua città!


Pensa, ad esempio, ad un sacchetto colorato ed accattivante che, mentre compie il suo tragitto per arrivare a destinazione, viene visto da quante più persone possibile…questa si che si chiama pubblicità!

 

TAKE AWAY e SOSTENIBILITÀ

Altra cosa fondamentale da tenere in considerazione quando parliamo di packaging take away è la sostenibilità. Il contenitore per l’asporto è per definizione monouso, per questo è quasi imperativo e moralmente obbligatorio pensare ad un materiale quanto più sostenibile possibile.

In aggiunta, visto l’inquinamento che stanno provocando le mascherine abbandonate per terra in questo periodo, dobbiamo farci ancora più carico del tema della sostenibilità, anche perché il take away tornerà ad essere un’abitudine.

I ritmi di lavoro incalzanti e, in generale, la frenesia della società in cui viviamo, spesso ci costringono ad una pausa pranzo veloce, difficilmente compatibile con i tempi di un pasto al ristorante.

Il take away viene infatti percepito come una grande comodità quando si è troppo stanchi per cucinare, ma anche come soluzione ideale in caso di mancanza di tempo e organizzazione.

Sempre più persone, infatti, ordinano “cibo d’asporto”, per consumarlo in ufficio o nella comodità di casa, al netto del costo del servizio al tavolo. La vantaggiosità economica è, senza dubbio, uno dei fattori determinanti del successo del take away in Italia.


Dunque, un ristorante che vuole cogliere questa opportunità, dovrà concentrarsi sullottimizzazione dei tempi provvedendo subito ad un package tanto funzionale, quanto a norma ed ecologico, oltre che esteticamente pregevole e con incluso il valore aggiunto del “racconto” della pietanza.